Fragole - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fragole

Antologia > Tutti gli argomenti > Fragole
Fragole



Terminata la raccolta delle fragole, le piante emettono lunghissimi getti (da 20a 50 cm) che si "lanciano" tutto attorno alla pianta, quasi fossero alla ricerca di qualcosa. Servono questi getti? Vannoo conservati o vanno eliminati? E perché?



Le fragole rampicanti come la Mount Everest, sono rifiorenti, dunque fruttificano  senza interruzioni da maggio  a settembre. Nel primo periodo, da maggio a-giugno, la produzione è abbondante. Successivamente si riduce in modo progressivo, per terminare a settembre. I frutti sono di media grandezza, pesanti 10-15 grammi, saporiti e profumati.


 
A fine inverno le fragole cominciano a risvegliarsi, e qualche fiore comincia ad apparire sulle piantine che hanno superato l’inverno all’aperto. E’ il momento di ripulire i vasi dalle erbe spontanee, e concimare con un concime adatto, cioè a titolo di azoto basso per evitare che le nostre piantine producano solo foglie



Le fragole sono facili da coltivare: è possibile piantare il seme, ma è più facile utilizzare le piantine già pronte reperibili nei mercati o nei vivai. La piantagione si può fare tutto l'anno ma, siccome la produzione avviene comunque nella primavera successiva, è consigliabile metterle a dimora in autunno. La distanza di impianto è di 30X30 centimetri circa; è consigliabile stendere…
Torna ai contenuti | Torna al menu