Patate - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Patate

Antologia > Tutti gli argomenti > Patate
Patate



Tra gli ortaggi più insoliti tra quelli coltivati in vaso, troviamo le patate. Eppure poche piante sistemate in mastelli o contenitori vari possono offrire raccolti abbondanti, grazie ad una caratteristica tipica delle patate. Le patate fanno parte di quegli ortaggi che richiedono vasi di una certa dimensione per essere coltivate con soddisfazione. Il diametro minimo di un vaso per coltivare una pianta di patate è di 25 cm.




Le patate, come pomodoro, melanzana e peperone, appartengono alla famiglia delle Solanacee e dunque contengono  una sostanza tossica, della solanina. La percentuale però è molto bassa, tale da non compiortare nessun problema per il noormale consumatore. Tuttavia, nei tuberi germogliati e ancor più in quelli inverditi, la concentazione aumenta molto.





La cucina italiana ha sempre manifestato  una nettissima (anzi, esclusiva) preferenza per la patate a pasta bianca, o almassimo giallo-crema. Per questo molti neppure sanno chr esistono patate di molti altri colori, praticamente sconosciute in Italia ma apprezzata negli orti di altri paesi europei. In wuesto post una breve rassegna per gli appassionati.




Le tue patate sono tutte bucherellate? Probabilmente l'artefice dello scempio è la larva di elateride. E' anche probabile che tu l'abbia incontrata: mentre raccoglievi i tuberi ne hai visto emergere un verme di colore giallo-aranciato, giallo, lungo ed esile, molto coriaceo? (da qui il nome di "ferretto"). Si tratta proprio di lui. Quando infesta il terreno, è difficile liberarsene. Ecco un piccolo trucco per ridurre moltissimo i suoi danni.



La Scabbia pulverulenta (Spongospora subterranea) può colpire la patata ma anche altri ortaggi della famiglia delle Solanacee, come per esempio il pomodoro. Si tratta di un fungo che porta alla formazione di pustole che successivamente si lacerano e lascia fuoriuscire una massa bruna, costituita da spore che infettano il terreno. Talvolta le patate vengono consumate ugualmente dopo la sbucciatura, ma dal punto di vista merceologico sono inservibili.

Torna ai contenuti | Torna al menu