Ortaggi, caratteristiche - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ortaggi, caratteristiche

Antologia > Tutti gli argomenti > Ortaggi, caratteristiche
Ortaggi, caratteristiche


Il seme di ogni varietà di ortaggio ha un tempo di germinazione diverso. Alcuni sono velocissimi, e dopo due giorni dalla semina possiamo già vedere i primi germogli spuntare dal terreno. Altri hanno tempi lunghissimi, tanto che spesso inducono il sospetto che la semina possa essere fallita. Ecco una rassegna dei tempidi germinazione dei principali ortaggi






Mentre contempliamo i nostri pomodori e tutti gli altri ortaggi, ci assale spesso un dubbio: ma staranno crescendo bene? Come mai ancora non si vede nessun frutto? Da un giorno all’altro non vediamo differenze, e ci chiediamo se veramente stanno crescendo oppure se non sono afflitte da qualche subdola malattia che ne blocca lo sviluppo






Le componenti essenziali per la buona riuscita di un orto sono il terreno fertile, l'acqua e la luce. Sono necessarie molte ore di illuminazione solare diretta per ottenere ortaggi sani e abbondanti. Ci sono, però, alcune varietà che possono tollerare anche una quantità di luce più ridotta.





Occorre premettere che gli ortaggi non raggiungono produzioni ottime in qualsiasi condizione: occorre considerare il tipo di terreno e il suo pH, l’esposizione, le caratteristiche climatiche del luogo. Ciò premesso, proviamo a fare una piccola comparazione tra le diverse varietà di ortaggi, coltivati su 10 mq di terreno, per vedere quale, in situazioni ottimali, sarebbe il più produttivo.




Tra le molte varietà di pomodoro che si presentano periodicamente all’attenzione dei coltivatori, alcune riscuotono un successo particolare: ciò è dovuto al fatto che, oltre ad essere strane o insolite, sono anche produttive e resistenti alle malattie almeno quanto le varietà più tradizionali. Il Pomodoro nero rientra sicuramente tra le ultime novità orticole di maggior successo. Oltre al classico Nero di Crimea, ne esistono altre varietà che ricordo in questo post.


 

La volubilità è un termine botanico che indica la capacità di una pianta, di sorreggersi avvolgendosi a eventuali sostegni. Questa proprietà è tipica di piante con fusti deboli, prive di organi di attacco.
In questo senso il cetriolo non è volubile, perché non si avvolge attorno al sostegno ma vi si aggrappa con speciali organi detti viticci. Scopriamo altre parole interessanti del gergo ortistico.


 
Tutte le verdure nell’orto vanno coltivati nella buona stagione con i climi miti. Questo è quello che ritenevamo una regola, ma, come ogni regola che si rispetti, anche questa ha le sue numerose eccezioni.
Ci sono molte verdure che possono essere coltivate anche con una temperatura ambiente piuttosto fredda.
Le ho divise in due categorie: ortaggi MOLTO resistenti al freddo, e ortaggi ABBASTANZA resistenti al freddo.





 
Se abbiamo avuto la fortuna di poterci procurare del letame per il nostro orto, la prima cosa cosa che possiamo chiederci è: come lo uso? Per non sprecare un materiale sempre più raro e prezioso occorre sapere quando si usa, come si usa e in quale quantità si usa. Il quando e il come hanno una sola risposta, mentre il quanto è assai variabile, secondo il tipo di ortaggio. Ci sono ortaggi che ne richiedono grando quantità, mentre altri preferiscono non riceverlo.





Ci avviciniamo al periodo freddo e, se consideriamo l'orto come fonte di cibo fresco per tutto l'anno, dobbiamo mettere a coltivazione tutte le verdure che potranno essere raccolte fino alla primavera. Ecco un elenco di ortaggi che possiamo seminare o trapiantare fin da questo mese di ottobre e novembre



Se vogliamo produrre da soli le piantine di pomodoro per il nostro orto, gennaio è il momento migliore per cominciare. Seminando ora in casa o in una veranda protetta, dalla metà di marzo in poi disporremo di piantine pronte al trapianto. Il vantaggio della produzione in proprio consiste nella possibilità di scelta enormemente più ampia rispetto all’acquisto di piantine pronte.

.

Torna ai contenuti | Torna al menu