Ortaggi da radice - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ortaggi da radice

Antologia > Tutti gli argomenti > Ortaggi da radice
Ortaggi da radice


Il topinambour fiorisce in primavera con sgargianti fiori gialli, e in autunno regala dei gustosissimi tuberi. Questi possono essere consumati freschi, tagliati e conditi in insalata, oppure serviti con la bagnacauda, una salsina di acciughe tipica del Piemonte.



Una vecchia tradizione contadina suggerisce che il giorno di Santa Marta (29 luglio) è l'ultimo utile per la semina delle rape. C'è qualcosa di vero in questa tradizione? Su che cosa si basa? Verifichiamo quali sono i periodi realmente utili per la semina delle rape.



Il lampascione (Muscari comosum) detto anche cipollaccio è una pianta della famiglia delle Liliacee, diffusa nelle zone mediterranee, in particolare in Puglia e Basilicata. Il bulbo, che è la parte commestibile, cresce a 10-20 cm di profondità ed è simile a una piccola cipolla di sapore amarognolo.



La barbabietola è una pianta erbacea biennale, che si coltiva come annuale per consumare la radice ingrossata che si forma sottoterra nel corso del suo primo anno di vita. Nel secondo anno si formerebbero i semi, dunque solo in questo  caso la pianta andrebbe coltivata come biennale.



Chi non conosce le arachidi? Probabilmente però nessuno le chiama con il loro nome corretto, perché sono più note come BAGIGI, SPAGNOLETTE, NOCCIOLINE AMERICANE, GALETINE a seconda delle diverse zone. Solitamente l'arachide è coltivata in modo estensivo, ma nassun ortolano dovrebbe rinunciare ad averne un paio di file da raccogliere e tostare nel forno durante i mesi più freddi


La scorzobianca e la scorzonera sono due ortaggi da radice, che erano caduti nel dimenticatoio, a causa della invasione di moltenovità importate da zone con tradizioni orticole diverse dalle nostre. (Per esempio, il gombo). Sull'onda di una nuova tendenza, che vuole recuperare i sapori antichi del territorio, ora anche queste due verdure tornano a occupare sempre più spazio nei nostri orti.


Il Daikon (termine che significa Grande radice) è un ravanello invernale di sapore mite, caratterizzato da una radice bianca molto lunga e da foglie a crescita molto rapida.  Infatti, è possibile recidere il ciuffo di foglie per cucinarlo separatamente: la radice ne emetterà presto un altro. Naturalmente, il consumo privilegiato è quello della grande radice, dal gusto del tutto simile a quello di un comune ravanello

Nelle carote coltivate come ortaggio le varietà vengono distinte secondo il colore, la lunghezza e la forma della radice. In Italia si coltivano quasi esclusivamente varietà rosse o arancioni, che possono essere tonde, mezze lunghe e lunghe, cilindriche o coniche. In questo post tutte le informazioni utili alla coltivazione della carota.


 
Prima che in Europa si affermasse la patata, era la rapa l’ortaggio più coltivato. Oggi è presente negli orti degli appassionati, ma questo ortaggio andrebbe rivalutato, per la facilità di coltivazione e per la brevità del ciclo, come pure per la quantità di produzione
Torna ai contenuti | Torna al menu