Lavori di autunno - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavori di autunno

Antologia > Tutti gli argomenti > Lavori di autunno
Lavori di autunno



Accade spesso, quando ci troviamo di fronte a una devastazione prodotta da muffe o parassiti, che ci venga detto "Il trattamento andava fatto prima". Già, bisognava pensarci prima. Però non è sufficiente pensarci, bisogna anche saperlo. Dunque, a scanso di brutte sorprese per il prossimo periodo invernale e la prossima primavera, ecco alcuni interventi preventivi che andrebbero attuati adesso






Fine settembre e inizio ottobre  rappresentano il passaggio dall’estate all’autunno. Molte coltivazioni terminano, altre possono essere iniziate. In particolare si possono avviare le semine di tutti gli ortaggi che allieteranno le nostre tavole fino alla primavera successiva. E’ anche un periodo di grandi raccolte: non dimentichiamo la raccolta dei semi per gli ortaggi che ci hanno soddisfatto di più, e la produzione di talee



E’ necessario vangare l’orto almeno una volta all’anno, meglio se nei mesi di minore occupazione e prima di iniziare le colture primaverili ed estive. La vangatura costituisce anche il momento per distribuire il concime, in modo che venga interrato alla profondità migliore per essere utilizzato dalle radici.




La maggior parte dei lavori nell’orto di novembre si fa preferibilmente in luna calante, tuttavia spesso accade che le condizioni del tempo, per esempio una pioggia prolungata, non lo consentano. Per esempio, nella lavorazione del terreno si tiene conto soprattutto delle sue condizioni, cioè se è “in tempera”: né troppo asciutto né troppo bagnato

Torna ai contenuti | Torna al menu