Giardinaggio - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giardinaggio

Antologia > Tutti gli argomenti > Giardinaggio
Giardinaggio



La margotta è un metodo utilizzato per moltipplicare diversi tipi di piante, alternativo alla propaggine. Questa si attua interrando una sezione ripiegata di un ramo flessibile di una pianta, finché emette nuove radici, dopodiché lo si tagla per separarlo dalla pianta madre. La margotta, invece, è utile per ricavare una nuova pianta da un ramo non sufficientemente flessibile da poter essere interrarto






La Aloysia citriodora è una pianta arbustiva  della famiglia delle Verbenacee. Il nome Erba Luigia le è stato dato in omaggio a Maria Luisa di Parma, moglie di Carlo IV di Spagna, vissuta tra il 1700 e il 1800. L'appellativo citriodora vuole ricordare il suo  intenso profumo di limone





Esistono molti modi ecologici per combattere gli afidi, cioè quelle minuscole macchioline generalmente nere che compaiono sui germogli più succosi e indifesi dei nostri ortaggi. Abbiamo già parlato dell’utilizzo del macerato di ortica, che tuttavia necessita di qualche giorno per essere disponibile. Qualche volta però può essere necessario rispondere urgentemente…





Esistono piante dette acidofile, cioè amanti del terreno acido.
L'acidità è una caratteristica del terreno che si misura con un valore, detto pH, che può variare in più o in meno rispetto ad un valore medio pari a 6,5-7. I terreni con questo valore di pH si dicono neutri. Quelli con valore più basso si dicono acidi, quelli con valori suoeruiori si dicono alcalini o basici.


Normalmente si usa recidere le rose conservando un gambo lungo quanto più possibile. Non sempre questa è una buona idea. In questo post spieghiamo perché, e che cosa conviene fare


 

Se nel periodo di fioritura delle rose, passeggiando tra i giardini, avete adocchiato una varietà che vi ha veramente colpito per il suo colore e il suo profumo, l'autunno è il momento giusto per chiedere al proprietario un rametto per ricavarne una talea. Questa, messa nel terreno la primavera successiva, vi consentirà di avere un rosaio del tutto identico nel vostro giardino. Dando per scontato che il proprietario, lusingato dai vostri complimenti, vi faccia dono del rametto richiesto, come lo dovrete trattare? Ecco tutte le indicazioni per trasformarlo in una talea radicata, da interrare l'anno successivo.

Torna ai contenuti | Torna al menu