Scarola ripassata con olive di Gaeta - Coltivare l'orto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scarola ripassata con olive di Gaeta

Antologia > Tutti gli argomenti > Cucina
 
Scarola ripassata con olive di Gaeta

La scarola   è una indivia a foglie lisce, che si distingue dall’indivia riccia. I cespi di scarola sono bellissimi da vedere e danno una impressione di tenerezza e croccantezza, che non sempre corrisponde alla realtà: infatti, normalmente la scarola è una insalata dura, che necessita di cottura per essere consumata.
SCAROLA RIPASSATA CON OLIVE DI GAETA
INGREDIENTI per 4 persone
Scarola pulita 1 kg.
Olive di Gaeta 100 gr.
Soffritto con cipolla e aglio.
Olio, vino, sale quanto basta.
Peperoncino e pomodoro se piace


La scarola è una insalata delle endivie, dall'aspetto gradevole e invitante. I cespi possono superare il peso di 300 grammi.


Lavate molto bene la scarola, passando più volte le foglie da una vaschetta all'altra del lavello, rinnovando ogni volta l'acqua.

Nell'ultimo passaggio potete mettere nell'acqua un cucchiaio di bicarbonato, per migliorare l'igiene dell'insalata

Snocciolate le olive.
In sostituzione al sale, potrete usare un dado da brodo vegetale.


Fate soffriggere cipolla, aglio e le olive. Se vi piace potete aggiunger eun pizzico di peperoncino, e un pò di pomodoro

SCOPRI L’HOBBY PIU’ ANTICO E PIU’ ATTUALE
Scopri e diventa un coltivatore d’orto esperto. Basta un fazzoletto di terra, ma anche solo QUALCHE VASO sul tuo balcone.
METTI A FRUTTO I TUOI SPAZI INUTILIZZATI.
Porta sulla tua tavola cibi naturali ottenuti al solo prezzo del tuo amore e della tua passione.
Ristabilisci un contatto positivo con la natura, l’alternarsi delle stagioni, il sole, la luna, la pioggia  e  il cielo che ti circonda.
Entra nel mistero del seme che dà orIgine alla vita nel grembo della terra.
I libri di “Edizioni Coltivare l’orto”  che ti proponiamo (anche in formato ebook) sono stati scritti da un vero hobbysta dell’orto con una esperienza di più di mezzo secolo, che lo ha portato a essere maestro sia delle tradizioni più antiche  che delle tecniche più  moderne.
Su questi libri troverai informazioni che vanno ben oltre le comuni nozioni circolanti sul web, spesso ripetute e inesatte.



Quando il soffritto è dorato aggiungete nella padella la scarola sgrondata, che emetterà naturalmente il proprio liquido per la cottura. Se la scarola non entra tutta nella padella, mettetene una parte, fatela stufare per un paio di minuti finché avrà ridotto notevolmente il suo volume, quindi aggiungete l'altra.  Coprite e lasciate cuocere girando spesso, per quindici minuti circa; tuttavia il  tempo di cottura varia molto secondo la durezza dell'insalata. (più la pianta è grande, più è dura)


Fate cuocere tenendo coperto in modo che l'acqua dell'insalata sia sufficiente a portare a termine la cottura. Se è troppo acquoso, togliete il coperchio. Se si asciuga troppo, aggiungete un poco di vino bianco.






La scarola è un contorno dal sapore gradevolmente amarognolo, che lega molto bene con le olive.

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

Buon orto a tutti !!!
Torna ai contenuti | Torna al menu