Lavori di primavera - Coltivare l'orto

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavori di primavera

Archivio lavori
Lavori di PRIMAVERA (marzo-maggio)

I lavori di APRILE E MAGGIO nell’orto, ortaggio per ortaggio

Come si estraggono le piantine dal contenitore alveolare
I lavori nell'orto di aprile-maggio continuano a presentare notevoli differenze nelle diverse zone dell'Italia, poiché il clima di questo periodo ha caratteristiche molto differenti. Una certa stabilizzazione si verifica nel mese di giugno. La situazione delle coltivazioni risente di quanto accaduto nei mesi precedenti. Le semine possono essere fatte all'aperto in molte zone, mentre vanno fatte ancora al riparo in altre.
Consigli sul trapianto delle piantine.
Prima di trapiantare osservate bene una piantina. Deve avere almeno 4-5 foglie. Le piantine con stelo troppo esile e allungato, diafano, che tende a piegarsi, sono "filate", evitate di usarle.
Estraete una piantina dal contenitore. Le radici devono essere ben diffuse, in grado di sostenere il pane di terra. Tuttavia, non  devono essere eccessive, e non devono fuoriuscire in massa dal foro inferiore: sarebbe segno che la piantina è invecchiata in vivaio. In questo caso, le piantine perdono precocità e si sviluppano più lentamente.
Valutate la possibilità di accorciare le foglie o le radici: in proposito si può vedere questo post:
Mettere i tutori alle piantine che ne hanno bisogno.
Quando trapiantate pomodori, peperoni, melanzane, cetrioli, e altri ortaggi che richiederanno sostegni, collocateli subito. Se aspettate che crescono, al momento danneggerete le radici.
In proposito si può vedere questo post:


Melanzana legata a un paletto che funge da tutore. Le legature vanno mantenute larghe per non strozzare la pianta. I getti laterali della melanzana (contrariamente a quelli del pomodoro) non vanno eliminati, perché proprio su quelli si sviluppa la maggior parte dei frutti.

In questo periodo la lotta alle erbe spontanee si fa serrata, e diventa particolarmente urgente quando le piantine sono ancora piccole e le infestanti tendono a sovrastarle. Usate un sarchiatore per eliminare le erbe che distano fino a 10 cm dal fusto delle piantine. Quelle più vicine, eliminatele con attenzione a mano. Se avete tardato le radici dell'infestante potrebbero essere intrecciate con quelle della piantina. Non estirpate, recidete l'infestante con un taglierino, mezzo centimetro sotto il livello del suolo.



Esempi di sarchiatore. Mantenete lamina ben affilata. Passando da uan coltivazione all'altra la lamina andrebbe ben ripulita, per non trasferire eventuali parassiti o infezioni del terreno.

In questo post ci occupiamo principalmente dei lavori da effettuare sulle coltivazioni in atto. I consigli sono riferiti a un territorio a clima medio della penisola, come può essere la pianura Padana.
Nelle zone più calde, fin da maggio si possono eseguire i lavori previsti per giugno. In quelle più  fredde, eseguite in giugno i lavori previsti per maggio.  



Piantine di cardo

E-BOOK. OFFERTA DEL MESE


Offerta   a tempo limitato. Approfitta oggi
Tutte le  novità le trovi sul sito dell'editore

   

Coltivazione di cavoli trascurata. Non sono state eliminate le infestanti, che ne pregiudicano gravemente lo sviluppo. Inoltre, le piante non sono state difese dalla aggressione delle larve della farfalla cavolaia. La produzione sarà inesistente.

Piccolo vivaio di cipolle. Le migliori si possono trapiantare. Le altre si possono lasciar crescere fino alla dimensione di 1 cm di diametro, quando possono essere consumate fresche miste alle insalate, come cipollotti.
E-BOOK-ULTIME NOVITA'



Tutte le   novità le trovi sul sito dell'editore
I libri e gli E-book di Coltivare l'orto       

I fagioli rampicanti si sviluppano molto velocemente, dunque occorre predisporre i sostegni prima della semina. In compenso, sanno arrampicarsi benissimo da soli, contrariamente a piselli e cetrioli che spesso devono essere accompagnati nella prima fase.

Nel caso delle insalate, il costo irrisorio delle piantine consiglierebbe di acquistarle già pronte, piuttosto che seminarle in proprio. Nella figura piantine di Lattuga Foglia di Quercia chiara.

Il prezzemolo ha una germinazione lentissima, potrebbe impiegare fino a 40 giorni per affiorare. Questo ritardo talvolta porta  a pensare che la semina sia fallita. Non conviene seminare direttamente in campo, perché le erbe spontanee emergono molto prima e soffocano il prezzemolo quando questo, a sua volta, comincia a spuntare.


Coltivate la rucola in vaso per mantenere le piante più pulite e facilitare la raccolta.       
Trovi interessante questo sito?
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi   di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi   essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli   altri blog del network.
ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.



Se stai visitandoci dal tuo telefonino o tablet, puoi scaricare la nostra app
per essere sempre collegato IN TEMPO REALE a tutte le novità.



   
E-BOOK-GOLD COLLECTION



Offerta   a tempo limitato. Approfitta oggi
Tutte le   novità le trovi sul sito dell'editore
I libri e gli E-book di Coltivare l'orto  
   
Buon orto a tutti !!!
SEMPRE PRESENTI SUL TUO CELLULARE
Nella pace del tuo orto...
mentre l'insalata cresce...
TIENITI INFORMATO!
TROVI UTILE QUESTO SITO? ALLORA...
SCARICA L'APP
GRATUITA
App-Store o Google Play (riconoscimento automatico).
Sarai sempre aggiornato su tutte le novità, nel momento stesso in cui vengono messe in rete.
Puoi scaricare l'App FeedReady che segnalerà sul tuo dispositivo mobile tutte le novità. Una volta scaricato FeedReady ti verrà chiesto di inserire il link. Devi digitare:
http://www.orto.one/x5feedready.xml
Se questo link non ti viene chiesto immediatamente, seleziona di nuovo l'App Feedready e lo potrai inserire.
Da quel momento sarai collegato IN TEMPO REALE a tutte le nostre attività.
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Riceverai periodicamente e gratuitamente informazioni su tutte le nostre attività, informazioni utili, trucchi e segreti dei vecchi ortolani esperti per ricavare il meglio dal tuo terreno o dal tuo balcone.

Tip

Tip

Tip
 
Contatti: edizioni@coltivarelorto.it
Webmaster: bruno@coltivarelorto.it
Torna ai contenuti | Torna al menu